Marco-Serino-Corinne-Veyseelier-1

 

Marco Serino ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, conseguendo i diplomi in violino e musica da camera con il massimo dei voti e la lode. In seguito si è perfezionato all’Hochschule für Musik di Vienna, al ProQuartet di Parigi, al Royal College di Londra e al Conservatorio Superiore di Ginevra, dove gli è stato conferito il “Premier Prix de virtuosité”.

Nel 1990 ha fondato il Quartetto Bernini ed è entrato a far parte della celebre orchestra I Musici, collaborando inoltre, come solista e camerista, con alcuni tra i più famosi interpreti della scena internazionale come Giuliano Carmignola, Christophe Coin, Wladimir Mendelssohn, Mario Brunello, Giovanni Sollima, Bruno Canino, Gérard Caussé, Hector Passarella.

Come solista o primo violino di spalla è stato chiamato da importanti orchestre tra le quali: l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Kammerorchester di Zurigo, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Regionale Toscana, La Stravaganza di Bucarest, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra del Teatro Bellini di Catania, la Roma Sinfonietta, l’Orchestra I.C.O. di Lecce, l’Orchestra Regionale di Roma e del Lazio.

Si è esibito nei principali teatri e sale di tutto il mondo come Philharmonie Berlin e Kölner Philharmonie, Herkulessaal e Prinzregententheatre di Monaco di Baviera, Musikverein di Vienna, Queen Elizabeth Hall di Londra, Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, Teatro Marinsky di San Pietroburgo, Suntory Hall di Tokyo, Arts Performance Center di Seul, Teatro Nazionale di Pechino, Shangai Theatre, Mozarteum di Salisburgo, Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” di Roma, Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano per la Società del Quartetto, Teatro Piccolo Arsenale per la Biennale di Venezia.

Importanti compositori gli hanno dedicato i propri lavori senza dimenticare le collaborazioni con Ennio Morricone, Luis Bacalov, Matteo D’Amico, Alessandro Sbordoni, Gideon Lewinshon, Steve Reich, Ada Gentile e Pascal Dusapin.

Ha inciso per prestigiose case discografiche quali Decca, Fonè, Tactus ricevendo recensioni e premi dalle più autorevoli riviste specializzate come Strad, Repertoire, Classica e Amadeus. Da alcuni anni collabora con l’etichetta Arcana con cui ha in programma nuovi progetti discografici e con cui ha pubblicato due album con le “Suites dal Cinema” di Ennio Morricone a lui dedicate.
Recentemente ha registrato l’integrale dei concerti di Haydn per Amadeus.

Nel 1999 Ennio Morricone – del quale è stato violino solista in tutte le colonne sonore a partire dal 2000 – gli ha conferito il prestigioso “Premio Michelangelo”, assegnato  tra gli altri allo stesso Morricone, a Goffredo Petrassi, Bruno Cagli, Renzo Piano, Alberto Sordi, per essersi particolarmente distinto nella diffusione dei valori umani e culturali.

Come musicologo e ricercatore si è dedicato alla ricostruzione di concerti inediti per violino di Johann Sebastian Bach, pubblicati da Ut Orpheus e incisi per Arkiv-Deutsche Grammophon da Giuliano Carmignola con Concerto Köln.
La sua trascrizione per violino delle “6 suite a Violoncello solo senza Basso” di Bach sono state incise sempre da Giuliano Carmignola per Arcana.

Marco Serino, titolare della cattedra di violino al Conservatorio di Trento, ha tenuto masterclass in diverse università degli Stati Uniti, all’Akademie für Alte Musik di Brunico, all’Arts Academy di Roma, all’Accademia Filarmonica Romana e in numerosi altri conservatori italiani.

Suona un violino Gonzalo y Bayolo del 2021.

Biografia aggiornata nel gennaio 2024